Suggerisci una modifica su questa pagina
Cambiamento da proporre Indirizzo mail (facoltativo, consigliato in caso di dubbi o risposte)
Iscrizione alla Newsletter

Vuoi ricevere informazioni ed aggiornamenti sui nostri servizi? Inserisci la tua mail e ti informeremo sulle ultime novità.

N.b. La newsletter viene inviata senza cadenza prefissata, sulla base di eventi, notizie, scadenze, nuovi servizi o aggiornamenti rilevanti e potrebbe essere non inviata anche per lunghi periodi.

N.b. Non inserite mail PEC

IMU 2022

Scadenza Acconto IMU 2022 : Giovedì 16 Giugno 2022
E' necessario cambiare le aliquote proposte dal sistema con quelle deliberate dal Comune
Calcolo IMU 2022
Calcolo TARI 2022


Calcolo IMU 2021
Calcolo TARI 2021



Simulatore Calcolo ISEE 2019
Autocertificazioni

Piano di ammortamento - Calcolo Rate
Visualizzatore fatture XML e P7M

Validatore XML ANAC
Generatore XML ANAC
Portale Comuni

22/06/2022 - Dichiarazione IMU: proroga scadenza al 31 dicembre 2022

Nel Consiglio dei Ministri di mercoledì 15 giugno 2022 è stato approvato il Decreto Semplificazioni che estende al 31 dicembre 2022 il termine per la presentazione della dichiarazione sull’IMU.

Quindi la scadenza della Dichiarazione IMU relativa al 2021 che era prevista per il 30 giugno 2022 è prorogata al 31 dicembre 2022

Nel decreto viene anche annunciata la semplificazione dei modelli di dichiarazione IMU per gli enti non commerciali. Questo comporterà la pubblicazione (si presume entro fine anno) di un nuovo modello di dichiarazione che sostituirà l'attuale.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 143 del 21 giugno 2022 

02/05/2022 - Aggiornamenti Calcolo IMU

Abbiamo rivisto il Calcolo delle aree edificabili. In più casi è richiesta l'applicazione di un coefficiente/parametro che può essere maggiore o minore di 1. Abbiamo inserito quindi un campo per questo coefficiente, se è necessario. Così dovremmo coprire un numero maggiore di casi di calcolo. E' possibile anche inserire le informazioni su foglio e particella/mappale che vengono riportate sul report.

Il calcolo delle aree edificabili può essere personalizzato per i comuni interessati. Vengono riportate le aree edificabili con i relativi valori ed è possibile selezionare l'area ai fini del calcolo (come accade per le aliquote con il Calcolo dell'IMU). Previa valutazione, si possono gestire anche situazioni più complesse.

E' possibile applicare il doppio periodo anche sui terreni.

In caso di anomalie si prega di contattarci specificando il problema.

30/04/2022 - Manifesta inammissibilità delle questioni di legittimità costituzionale sulle agevolazioni previste per le abitazioni principali sollevate dalla Commissione tributaria regionale della Liguria

La Corte Costituzionale, con l’ordinanza n. 107/22 del 28 aprile 2022, ha dichiarato la manifesta inammissibilità delle questioni di legittimità costituzionale sulle agevolazioni previste per le abitazioni principali, sollevate dalla Commissione tributaria regionale della Liguria (incostituzionalità delle norme ICI e IMU che applicherebbero una disparità di trattamento tra coppie coniugate con residenza nelle stesso comune e quelle che invece hanno residenza in comuni differenti) specificando in particolare (stralcio) :

....

che, tuttavia, va rilevata d’ufficio la manifesta inammissibilità della questione di legittimità costituzionale avente ad oggetto l’art. 8, comma 2, del d.lgs. n. 504 del 1992, perché formulata in modo oscuro e contraddittorio, con conseguenti ripercussioni in termini di ambiguità del petitum;

che, in particolare, le doglianze sono strutturate in modo da risultare condizionate, in modo inscindibile, da elementi che attengono unicamente alla disciplina dell’IMU, la quale, come già rilevato, non assume alcuna rilevanza nel giudizio a quo;

che la CTR della Liguria, infatti, censura in modo unitario entrambe le norme sull’ICI e sull’IMU «nella parte in cui, secondo il “diritto vivente”, escludono la riduzione/esenzione dall’imposta per i coniugi con residenza anagrafica e dimora abituale in immobili situati in diversi territori comunali, di fatto escludendo la prova contraria della parte interessata, Comune o Contribuente, in quanto è la stessa certificazione anagrafica a costituire prova documentale della residenza/dimora abituale attuali»;

che, dunque, dichiarata manifestamente inammissibile la doglianza relativa all’art. 13, comma 2, del d.l. n. 201 del 2011, come convertito, la richiesta unitariamente rivolta a questa Corte risulta oscura e contraddittoria, perché volta a censurare gli effetti asseritamente preclusivi del diritto vivente relativi a un elemento – il requisito della residenza anagrafica – che nel contesto della disciplina dell’ICI ha invece, per espressa disposizione normativa, solo valenza di presunzione legale relativa;

che tale profilo non è assolutamente chiarito dal rimettente, il quale si limita a configurare sulla base dei medesimi motivi una doppia identica censura al contempo sulla disciplina agevolativa dell’ICI e dell’IMU, con ciò viziando irrimediabilmente la questione.

 ....

------------

Rimaniamo in attesa dell'esito dell'Ordinanza sulla questione di legittimita' costituzionale sollevata dalla Commissione tributaria provinciale  di Napoli del 22/11/2021


Testo completo

Link al documento completo in versione pdf

Calcolo IMU 2019
Calcolo IMU-TASI 2019
Calcolo TASI 2019
Calcolo TARI 2019
Calcolo IMU 2018
Calcolo IMU-TASI 2018
Calcolo TASI 2018
Calcolo TARI 2018
Calcolo IMU 2017
Calcolo IMU-TASI 2017
Calcolo TASI 2017
Calcolo TARI 2017
Calcolo IMU 2016
Calcolo IMU-TASI 2016
Calcolo TASI 2016
Calcolo TARI 2016
Calcolo IMU 2015
Calcolo IMU-TASI 2015
Calcolo TASI 2015
Calcolo TARI 2015
Calcolo IMU 2014
Calcolo IMU-TASI 2014
Calcolo TASI 2014
Calcolo TARI 2014
Calcolo IMU 2012
Calcolo IMU 2012