Calcolo ISEE 2022
Calcolo Ravvedimento Operoso
Calcolo TARI 2022
Calcolo IMU 2022
Dichiarazione IMU
Modelli F24 compilabili online
Soluzioni per i Comuni
Visualizzatore Fatture XML

News e aggiornamenti

22/06/2022 - Dichiarazione IMU: proroga scadenza al 31 dicembre 2022

Nel Consiglio dei Ministri di mercoledì 15 giugno 2022 è stato approvato il Decreto Semplificazioni che estende al 31 dicembre 2022 il termine per la presentazione della dichiarazione sull’IMU.

Quindi la scadenza della Dichiarazione IMU relativa al 2021 che era prevista per il 30 giugno 2022 è prorogata al 31 dicembre 2022

Nel decreto viene anche annunciata la semplificazione dei modelli di dichiarazione IMU per gli enti non commerciali. Questo comporterà la pubblicazione (si presume entro fine anno) di un nuovo modello di dichiarazione che sostituirà l'attuale.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 143 del 21 giugno 2022 

02/05/2022 - Aggiornamenti Calcolo IMU

Abbiamo rivisto il Calcolo delle aree edificabili. In più casi è richiesta l'applicazione di un coefficiente/parametro che può essere maggiore o minore di 1. Abbiamo inserito quindi un campo per questo coefficiente, se è necessario. Così dovremmo coprire un numero maggiore di casi di calcolo. E' possibile anche inserire le informazioni su foglio e particella/mappale che vengono riportate sul report.

Il calcolo delle aree edificabili può essere personalizzato per i comuni interessati. Vengono riportate le aree edificabili con i relativi valori ed è possibile selezionare l'area ai fini del calcolo (come accade per le aliquote con il Calcolo dell'IMU). Previa valutazione, si possono gestire anche situazioni più complesse.

E' possibile applicare il doppio periodo anche sui terreni.

In caso di anomalie si prega di contattarci specificando il problema.

30/04/2022 - Manifesta inammissibilità delle questioni di legittimità costituzionale sulle agevolazioni previste per le abitazioni principali sollevate dalla Commissione tributaria regionale della Liguria

La Corte Costituzionale, con l’ordinanza n. 107/22 del 28 aprile 2022, ha dichiarato la manifesta inammissibilità delle questioni di legittimità costituzionale sulle agevolazioni previste per le abitazioni principali, sollevate dalla Commissione tributaria regionale della Liguria (incostituzionalità delle norme ICI e IMU che applicherebbero una disparità di trattamento tra coppie coniugate con residenza nelle stesso comune e quelle che invece hanno residenza in comuni differenti) specificando in particolare (stralcio) :

....

che, tuttavia, va rilevata d’ufficio la manifesta inammissibilità della questione di legittimità costituzionale avente ad oggetto l’art. 8, comma 2, del d.lgs. n. 504 del 1992, perché formulata in modo oscuro e contraddittorio, con conseguenti ripercussioni in termini di ambiguità del petitum;

che, in particolare, le doglianze sono strutturate in modo da risultare condizionate, in modo inscindibile, da elementi che attengono unicamente alla disciplina dell’IMU, la quale, come già rilevato, non assume alcuna rilevanza nel giudizio a quo;

che la CTR della Liguria, infatti, censura in modo unitario entrambe le norme sull’ICI e sull’IMU «nella parte in cui, secondo il “diritto vivente”, escludono la riduzione/esenzione dall’imposta per i coniugi con residenza anagrafica e dimora abituale in immobili situati in diversi territori comunali, di fatto escludendo la prova contraria della parte interessata, Comune o Contribuente, in quanto è la stessa certificazione anagrafica a costituire prova documentale della residenza/dimora abituale attuali»;

che, dunque, dichiarata manifestamente inammissibile la doglianza relativa all’art. 13, comma 2, del d.l. n. 201 del 2011, come convertito, la richiesta unitariamente rivolta a questa Corte risulta oscura e contraddittoria, perché volta a censurare gli effetti asseritamente preclusivi del diritto vivente relativi a un elemento – il requisito della residenza anagrafica – che nel contesto della disciplina dell’ICI ha invece, per espressa disposizione normativa, solo valenza di presunzione legale relativa;

che tale profilo non è assolutamente chiarito dal rimettente, il quale si limita a configurare sulla base dei medesimi motivi una doppia identica censura al contempo sulla disciplina agevolativa dell’ICI e dell’IMU, con ciò viziando irrimediabilmente la questione.

 ....

------------

Rimaniamo in attesa dell'esito dell'Ordinanza sulla questione di legittimita' costituzionale sollevata dalla Commissione tributaria provinciale  di Napoli del 22/11/2021


Testo completo

Link al documento completo in versione pdf

14/03/2022 - Calcolo IMU 2022

E' online il Calcolo IMU 2022.

Le novità più rilevanti sono relative alla riduzione IMU per i pensionati esteri (che nel 2022 è pari al 62,5% ovvero pagano una imposta ridotta al 37,5%) e la esenzione dal 2022 dei beni merce delle imprese edili, destinati alla vendita e non locati.

Sulle abitazioni principali si è già parlato tanto e nella sostanza, più che affermare un fatto già noto, non ha effetti pratici ai fini del calcolo.

Il Calcolo 2022 introduce una novità per il calcolo dell'IMU per le aree edificabili. E' possibile calcolare il valore di mercato inserendo i metri della superficie e il valore al mq. Selezionando la voce "Aree fabbricabili" troverete una icona calcolatrice che abilita la funzionalità.

Per i comuni che utilizzano il nostro servizio è possibile inserire un elenco delle zone e relativi valore al mq per ottenere più facilmente l'importo.

I file importati dal 2021 vengono aggiornati con le seguenti modalità:

  • gli immobili presenti per un numero di mesi inferiore a 12 vengono riportati per 12 mesi;
  • eventuali riduzioni IMU per i pensionati esteri vengono aggiornate con la nuova riduzione al 37,5%;
  • vengono eliminate tutte le esenzioni Covid-19, quindi le esenzioni per i cinema, teatri, etc.. dei D/3 devono essere riabilitate;
  • immobili riportati con fondo rosso richiedono una revisione (modifica e salva) per normalizzare l'imposta;

Si prega di segnalare eventuali anomalie. Grazie

03/01/2022 - Anno Nuovo Tasso Nuovo: interessi all'1,25% per il 2022

Dal 1° gennaio 2022 il tasso di interesse per il ravvedimento operoso è pari all' 1,25% annuo (Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 13 dicembre 2021, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 297 del 15 dicembre 2021).

Gli applicativi sono stati aggiornati con il nuovo tasso di interesse, che verrà utilizzato per il calcolo degli interessi per il periodo 2022, in caso di versamento tardivo.

08/12/2021 - Esenzioni IMU 2021

Scade il 16 dicembre il pagamento del saldo IMU 2021. In seguito alla emergenza sanitaria sono state introdotte o estese diverse esenzioni IMU (Decreto Sostegni bis e Legge di Bilancio 2021).

Riguardano principalmente i possessori di abitazioni che abbiano ottenuto in proprio favore l’emissione di una convalida di sfratto per morosità e gli immobili situati nelle zone colpite dagli eventi sismici degli ultimi anni (2012, 2016 e 2017)

I dettagli sono disponibili a questo link: Esenzioni IMU 2021

25/11/2021 - ANAC - Adempimenti Legge 190/2012 - Anno 2021 - Scadenza 31 gennaio 2022

Restano invariate le modalità operative per la pubblicazione e la trasmissione, ai sensi dell'art. 1 comma 32 Legge 190/2012, dei dati riguardanti il 2021, come indicato nella Deliberazione ANAC n. 39 del 2 gennaio 2016.
Rimangono quindi valide sia le specifiche tecniche per la comunicazione via PEC dell'avvenuta pubblicazione dei dati entro il 31 gennaio 2022 sia quelle di pubblicazione dei dati (formato XSD).

E' stato aggiornato il file TypesL190.xsd alla versione 1.3, al fine di includere le nuove procedure di scelta del contraente disponibili in SIMOG e SmartCig. Il nuovo schema garantisce la validazione del file XML realizzato utilizzando la versione precedente, risultando pertanto retrocompatibile.

Il nostro validatore file XML è stato aggiornato con la nuova versione del file TypesL190.xsd

https://www.anticorruzione.it/-/indicazioni-alle-amministrazioni-pubbliche-sugli-obblighi-informativi-verso-l-anac

21/07/2021 - MEF - Rilievi imposta municipale propria (IMU)

Il MEF ha pubblicato una "raccolta dei principali rilievi formulati dal Dipartimento delle finanze nell’ambito dell’attività di esame dei regolamenti e delle delibere di approvazione delle aliquote dell’imposta municipale propria (IMU) svolta dal medesimo in virtù della propria legittimazione straordinaria ad agire ex art. 52, comma 4, del D. Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446.

Tale raccolta, che è stata elaborata, in particolare, sulla base dell’analisi degli atti adottati dai comuni in esito alla riforma dell’IMU recata dalla legge 27 dicembre 2019, n. 160, risponde all’esigenza di fornire uno strumento utile, in fase di predisposizione degli atti stessi, affinché l’autonomia regolamentare in materia di IMU venga esercitata nel rispetto dei limiti posti dalla normativa statale. Mediante l’individuazione delle ipotesi più ricorrenti di violazione di detti limiti, si intende, al contempo, nell’ottica di minimizzazione del rischio di contenzioso, favorire la spontanea rimozione in autotutela dei vizi di legittimità da cui siano eventualmente affetti i regolamenti e le delibere già adottate."

https://www.amministrazionicomunali.it/docs/pdf/RILIEVI-IMU-2021_1626894475.pdf

 

1
2 3 4 5 6 7 8 9
amministrazionicomunali.it
amministrazionicomunali.it è una iniziativa di artemedia.it

© Copyright MMXXII - P.IVA 05400000724

css - html5 - Time 0.0076
INIZIO
PAGINA