Calcolo ISEE
Calcolo TARI 2016
Calcolo TASI 2016
Calcolo IMU-TASI 2016
Calcolo IMU 2016
Calcolo Ravvedimento Operoso
Dichiarazione IMU 2015-2016
Modelli F24 compilabili online
Soluzioni per i Comuni

 

DA QUESTO SITO NON SI PUO' EFFETTUARE ALCUN PAGAMENTO
I VERSAMENTI VANNO EFFETTUATI IN BANCA O PRESSO GLI UFFICI POSTALI CON IL MODELLO F24

Aggiornamenti e Informazioni generali sulle versioni

10/02/2015 Dichiarazione IMU-TASI ENC: risolto un problema in fase di esportazione del file telematico in presenza di oltre 100 immobili; Dichiarazione IMU-TASI ENC aggiornata al 2015.
Dichiarazione IMU aggiornata al 2015.
Si prega di segnalare eventuali anomalie.

 

04/02/2015 Il Ministero delle Finanze ha pubblicato la Risoluzione 2/DF che chiarisce alcuni aspetti dell'esenzione per i terreni agricoli e dell'aliquota da applicare: IMU - Risoluzione n. 2/DF del 3 febbraio 2015 - Esenzione per i terreni agricoli

26/01/2015 - DL n. 4 del 24/01/2015 - Comuni montani, riclassificazione e IMU agricola 2014/2015 - Vedi sezione dedicata

 

09/01/2015 - "Ravvedimento Medio" - Sanzione al 3,33% su Ravvedimento operoso (Comma 637 Legge di Stabilità 2015)

Il Comma 637 della Legge di Stabilità 2015, prevede per il ravvedimento operoso una riduzione della sanzione pari ad un nono (1/9) del minimo per versamenti effettuati in ritardo dopo 30 giorni e fino a 90 giorni dalla scadenza. Dopo il 90° giorno si applica la sanzione pari al 3,75% già prevista dal Ravvedimento Lungo.

Quindi i Calcoli applicano il Ravvedimento Sprint, il Ravvedimento Breve, la nuova modifica introdotta dalla Legge di Stabilità 2015 sulla prima parte del Ravvedimento Lungo (sanzione al 3,33%) che definiremo"Ravvedimento Medio" e il Ravvedimento Lungo dopo il 90° giorno di ritardo.

 

29/12/2014 - Dal 1° gennaio ravvedimento con tasso di interesse allo 0,5% annuo

Dal 1° Gennaio 2015 il tasso di interesse da applicare è pari allo 0,5%. Quindi ora il calcolo con ravvedimento prevede per lo stesso importo l'applicazione di 2 tassi di interesse differenti per differenti periodi: l'1% annuo fino al 31 dicembre 2014 e lo 0,5% per cento dal 1° gennaio 2015.

 

27/12/2014: Calcolo Ravvedimento IMU•TARI•TASI

Calcolo Ravvedimento Operoso

E' disponibile l'applicativo per il solo calcolo del ravvedimento conoscendo l'importo da ravvedere, senza dover effettuare il calcolo sui singoli immobili. E' possibile gestire più codici tributo per le diverse imposte IMU, TARI e TASI.

22/12/2014 - E' previsto il riavvio del server nella mattinata del 22

Per alcuni minuti il sito non sarà raggiungibile.

20/12/2014 - Comuni colpiti da alluvioni - Settembre e Ottobre 2014 - Rinvio scadenza

Nei Comuni interessati dalle alluvioni di Settembre e Ottobre, sono stati sospesi i pagamenti fino al 20 dicembre. La scadenza del saldo è stata spostata al 22 Dicembre 2014 e il ravvedimento parte quindi dal 23 Dicembre 2014.

http://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2014/comunicato_0273.html

http://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2014/comunicato_0278.html

 

13/12/2014 - Calcolo TARI

Nel caso di riduzioni solo su una quota (fissa o variabile) è possibile selezionare su quale quota applicare la riduzione. E' necessario inserire il valore della riduzione per abilitare la selezione.

 

12/12/2014 - Immobili assimilati ad Abitazione principale e AIRE

Per il 2014 la possibilità di assimilazione ad abitazione principale per l'abitazione degli italiani residenti all'estero (AIRE) è stata eliminata, ma riscontriamo che sono ancora in tanti a non sapere di questa variazione. Abbiamo quindi pubblicato una pagina dove riportiamo informazioni su assimilazioni e AIRE

 

04/12/2014 - Riclassificazione Comuni montani

Risolto un problema di importazione nei file. In caso di ultriori anomalie nell'importazione si prega di inviare il file a info@artemedia.it

 

04/12/2014 - Riclassificazione Comuni montani

E' attiva la riclassificazione dei Comuni montani. Il Calcolo IMU riporta le esenzioni sui terreni in base alla nuova classificazione.

N.B. per la fascia da 281 metri a 600 metri l'esenzione sui terreni agricoli si applica solo in caso di terreno posseduto da CD o IAP e dato in comodato o in fitto ad altro CD o IAP.

Per i terreni presenti in Comuni che sono interessati alla riclassificazione (in precedenza totalmente o parzialmente montani e ora soggetti a imposta), l'importo dell'imposta è tutta riportata a saldo e il modello F24 riporta barrati sia l'acconto che il saldo.

In prima mattina ci sono stati alcuni problemi con la nuova impostazione, che sono stati risolti.

In caso di problemi di stampa se avete la pagina aperta da molto tempo, dovete chiudere e riaprire la pagina del calcolo (oppure aggiornare la pagina con il tasto F5 presente sull tastiera in alto).

Per qualunque problema tecnico, anomalia o suggerimento potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

01/12/2014 - Aggiornamenti Decreto 66/2014

L'art. 22 c. 2 del D.L. n. 66 del 24/4/2014 prevede l'emanazione di un Decreto, attraverso il il quale dovranno essere riclassificati i Comuni montani per l'applicazione dell'esenzione per l'anno di imposta 2014. Siamo in attesa della pubblicazione del Decreto per conoscere i dettagli e le eventuali modifiche rispetto a quanto già noto.

Abbiamo rivisto in parte il calcolo IMU per adeguarlo alle modifiche note e di cui si attende la pubblicazione. Al momento tuttavia i calcoli sono invariati ma trovate informazioni sui cambiamenti che deriveranno dall'introduzione della nuova classificazione dei Comuni montani. Tali informazioni sono presenti in corrispondenza dell'icona verde "Informazioni TERRENI".

Abbiamo rivisto alcuni dettagli del Calcolo IMU per i terreni agricoli e risolto un problema sul comodato gratuito con franchigia in caso di aliquote differenti tra acconto e saldo.

Per qualunque problema tecnico, anomalia o suggerimento potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

25/11/2014 - Dichiarazione IMU-TASI ENC

Dalla Dichiarazione IMU-TASI ENC è possibile esportare il file per l'invio telematico. Dalle prove fatte sono risultati errori legati alla mancanza di informazioni richieste. Cioè errori che possono essere risolti solo da chi compila la dichiarazione, integrando/rivedendo le informazioni richieste nei diversi Quadri (A, B, C, D).

Per individuare gli errori bloccanti potete leggere le istruzioni per la compilazione e anche le Specifiche Tecniche

Alcuni errori li segnala direttamente il sistema. Altri che non conosciamo li gestiremo in caso di segnalazione da parte degli utenti. Per far questo è necessario inviare il file dei dati della dichiarazione (Tasto rosso) e il file con la segnalazione degli errori.

Per qualunque problema tecnico, anomalia o suggerimento potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

24/11/2014 - Aggiornamenti Calcolo IMU, Calcolo TASI, Dichiarazione IMU-TASI ENC

Nei Calcoli IMU e TASI selezionando "Acconti e saldi separati" è possibile gestire le detrazioni in corrispondenza del codice tributo. E' stato risolto un problema sul calcolo del comodato gratuito con franchigia. Verificate che i calcoli fatti in precedenza siano corretti. Stiamo lavorando sulla Dichiarazione IMU-TASI ENC per l'invio telematico. Forse in un paio di giorni riusciamo a pubblicarlo.

Se avete problemi di visualizzazione delle pagine, ricaricate la pagina (premete più volte il tasto F5 in alto sulla tastiera) per ricaricare gli stili.

Per qualunque problema, anomalia o suggerimento potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

20/11/2014 - Dichiarazione IMU-TASI ENC Enti non Commerciali

E' online la Dichiarazione IMU-TASI ENC per gli Enti non Commerciali. La scadenza per gli anni 2012 e 2013, inizialmente stabilita a fine settembre, è stata prorogata al 30 novembre 2014. Nella stessa sezione nel menù a sinistra sono presenti le istruzioni per la compilazione, il Decreto di approvazione e il Modello pdf in caso di compilazione manuale. Si prega di leggere con attenzione le istruzioni. Per qualunque problema, anomalia o suggerimento potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

12/11/2014 - Calcolo TARI

E' online il Calcolo TARI. Seguiranno aggiornamenti, probabilmente nella prossima settimana, per il salvataggio file e caricamento successivo. Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

04/11/2014 - Pubblicazione nuove versioni

Abbiamo pubblicato le nuove versioni dei Calcoli IMU e TASI. Le nuove versioni hanno le caratteristiche già annunciate (di seguito) e presentano ottimizzazioni varie. Sono un pò più veloci rispetto alle versioni precedenti, nel caricamento e nell'elaborazione dei dati. Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

13/10/2014 - Aggiornamento dei calcoli - nuove versioni

Sono disponibili ma non sostituiscono ancora quelli attualmente online, le versioni aggiornate dei Calcoli.

Abbiamo fatto diversi test ma vista la scadenza imminente non vogliamo che un eventuale imprevisto crei problemi sull'operatività e comunque, a breve, queste versioni sostituiranno le attuali. Al momento per distinguerle da quelle ufficiali trovate 'TEST' nel titolo di pagina

Le novità di questo aggiornamento:

  • è possibile applicare detrazioni/riduzioni aggiuntive per TASI sulle tipologie di immobili anche non abitazioni principali, sia come valore intero che come valore da applicare in percentuale sull'imposta; le detrazioni vengono riportate sul modello F24. Essendo queste riduzioni previste per legge anche sulle altre tipologie di immobili, le Banche o le Poste non dovrebbero creare problemi, anche se sono su codici tributo differenti da quello dell'abitazione principale, ma non si sa mai viste le ultime esperienze.
  • sono stati introdotti dei controlli sul valore delle aliquote TASI e IMU+TASI; comunque sono stati considerati i valori massimi possibili (11.4 per IMU+TASI e 3.3 per TASI);
  • il Modello F24 generato da "Acconti e saldi separati" riporta acconti e saldi insieme su unico rigo, sembra che ci siano delle banche che non accettano due codici tributo uguali per lo stesso Comune sullo stesso F24 (!). Rimane ovviamente l'utilità di questa gestione sul Calcolo in generale e in particolare per gestire situazioni articolate.
  • sul Report sono state sistemate alcune informazioni.

Invitiamo a provare le nuove versioni e comunicarci eventuali anomalie. Se non incontreremo problemi renderemo queste versioni ufficiali. Grazie

 

Update - abbiamo risolto un paio di anomalie segnalate da alcuni utenti. Le anomalie in questione erano determinate dal fatto che stiamo verificando la gestione di aliquote TASI differenti tra acconto e saldo dove possibile considerando il numero di variabili presente.

Ringraziamo quanti vorrano darci riscontro sugli aggiornamenti pubblicati.

 

b

10/10/2014 - h. 20.30

Abbiamo riscontrato una anomalia sul calcolo del comodato gratuito con franchigia di 500 Euro. Il calcolo riportava valori non sempre coerenti. Abbiamo rivisto il sistema e risolto il problema.
Invitiamo a verificare i calcoli effettuati in precedenza con l'applicazione della franchigia sul comodato e segnalarci eventuali anomalie sulla versione attuale. Grazie.

 

06/10/2014

Update ore 9.25 - si è presentato un problema, risolto, sulla stampa F24 per TASI altri immobili - è necessario ricaricare la pagina di calcolo

Abbiamo pubblicato un aggiornamento che consente di azzerare automaticamente la quota inquilino per particolari tipologie di immobili per alcuni comuni che hanno deliberato in tal senso e che utilizzano il nostro servizio. Questa modifica ha comportato rivedere anche l'importazione dei file immobili. In caso di eventuali problemi si prega di contattarci.

Ricordiamo che per i Comuni non censiti è necessario:

  • modificare le aliquote come da delibera;
  • applicare la eventuale detrazione come previsto in delibera;
  • applicare/inserire la detrazione per i figli solo se previsto in delibera;
  • Modificare la ripartizione 90/10 con quella deliberata dal Comune se differente.

 

04/10/2014

Ci segnalano che c'è (almeno) un comune che ha previsto la detrazione per i figli con i decimali. Quindi il campo detrazione figli prevede ora la possibilità di inserire valori con decimali.

Abbiamo inserito una pagina di FAQ per IMU e TASI dove riporteremo probabilmente anche altre informazioni. Negli ultimi giorni abbiamo caricato anche un approfondimento dedicato alle locazioni ed ai comodati gratuiti. Inseriremo a seguire approfondimenti su AIRE e terreni agricoli.

 

 

27/09/2014

In presenza di codici tributo relativi ad abitazione principale, nei dati anagrafici viene inserito automaticamente il nome del Comune di residenza corrispondente all'Ente con codice tributo abitazione principale.

 

26/09/2014

Risolto un problema sul versamento dell'intera imposta per il comodato gratuito assimilato ad abitazione principale con franchigia.

Risolto un problema di importazione file immobili.
Nel Calcolo TASI è stata eliminata la visualizzazione dell'IMU sullo stesso immobile.
Nel Calcolo IMU è stata eliminata la visualizzazione della TASI sullo stesso immobile

 

22/09/2014

Risolto un problema sulla quota IMU del comodato gratuito assimilato ad abitazione principale con franchigia di 500 Euro.

 

22/09/2014 - Aggiornamento Calcolo TASI

Questo aggiornamento dovrebbe essere l'ultimo per la scadenza del 16 ottobre. Ci saranno probabilmente altri aggiornamenti che potranno riguardare miglioramenti vari o integrazioni o personalizzazioni per i Comuni che aderiscono al nostro servizio, in caso di delibere con caratteristiche non previste. Ma crediamo saranno poche considerando quanto già presente.

 

Le novità di questo aggiornamento:

  • è possibile applicare il calcolo della detrazione in percentuale per i Comuni che hanno deliberato in tal senso. In tal caso nel campo detrazione va inserito il valore percentuale (20, 10, ecc) e va spuntata la casella "Detrazione in percentuale";
  • dopo il campo "Altri proprietari" è presente un altro campo "Detrazioni addizionali" dove è possibile inserire ulteriori detrazioni da applicare per intero e che non vengono divise tra i proprietari (es. presenza di ultrasettantenne, ecc..);
  • sono stati introdotti gli "Alloggi sociali" come previsto dalla normativa, con aliquota IMU zero e aliquota TASI da modificare.
  • sono state aggiornate le scadenze per i Comuni di cui è stata pubblicata la delibera entro il 18 settembre 2014. Per questi Comuni la scadenza dell'acconto è il 16 ottobre 2014. E' comunque possibile modificare la data di scadenza in corrispondenza delle informazioni sul Comune. Per i Comuni che non hanno pubblicato le Delibere, la scadenza TASI è in unica soluzione a Dicembre con aliquota base dell'1 per mille. A questo proposito vedere la Nota del MEF del 2 Settembre 2014
  • le delibere pubblicate sul MEF sono consultabili direttamente in pagina cliccando sull'icona "Consulta le Delibere" che ora si trova in alto a destra del nome del Comune; vengono riportate tutte le delibere pubblicate anche quelle del 2012 e 2013 in quanto, in particolare per IMU, diversi Comuni non hanno deliberato nel 2014. In tali casi valgono le aliquote deliberate gli anni precedenti che adesso è possibile consultare più agevolmente. In ogni caso alla fine dell'elenco c'è il link al MEF per gli anni 2012/2013 e separatamente 2014, anche perchè nell'elenco non sono presenti le Delibere di approvazione dei regolamenti che in generale sono superflue ai fini del calcolo.
  • la detrazione per i figli è stata impostata a zero per i comuni non censiti in quanto sembra che non fosse chiaro che andava modificata se differente dai 50,00 Euro;
  • nel precedente aggiornamento avevamo introdotto il campo "Mesi di locazione al 100%". Sembra che più di qualcuno abbia frainteso il senso dell'utilizzo inserendo il numero di mesi quando invece non dovevano.
    Abbiamo modificato la dicitura sostituendola con "Mesi locazioni durata minore/uguale a 6" augurandoci che sia più chiara. E abbiamo fatto in modo che il campo sia visibile solo cliccando su "Proprietario con inquilino/comodato" evitando così ulteriori problemi con locatari o proprietari con immobili a disposizione. Ribadiamo che quel campo va utilizzato solo in caso di contratti di periodo inferiore o uguale a 6 mesi dove l'inquilino non è tenuto a pagare la TASI che spetta invece al proprietario al 100%.
  • abbiamo impostato la ripartizione proprietario inquilino a 90/10. In precedenza erano impostati i valori minimi (70 e 10) per locatore e inquilino che erano da modificare a seconda della delibera comunale, ma, da alcune osservazioni inviateci, forse non era chiarissimo e per alcuni era un errore. Inoltre modificando uno dei due valori viene automaticamente modificato anche l'altro.
  • il Report è stato rivisto in parte. Nel riquadro delle informazioni sull'immobile vengono riportate alcune informazioni su detrazioni (intera o in percentuale), ripartizione, ecc.. Seguiranno comunque ulteriori modifiche per l'inserimento di altre informazioni utilizzate per il calcolo e che può essere utile riportare.
  • infine abbiamo introdotto diverse piccole modifiche che ci sono state suggerite da diversi utenti.

Per qualunque segnalazione potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

 

15/09/2014 - Aggiornamento del sistema di Calcolo IMU e Calcolo TASI

 

Sono stati rivisti i comodati gratuiti. Ora ci sono due tipi di comodati da utilizzare a seconda che il Comune abbia previsto uno o l'altro (o nessuno):
  • comodato assimilato ad abitazione principale con ISEE o applicazione di franchigia di 500 Euro;
    il comodato assimilato ad abitazione senza selezione della franchigia corrisponde al comodato vincolato ad un valore ISEE inferiore a Euro 15.000,00 e prevede l'esenzione completa dell'IMU;
    se invece il Comune ha assimilato il comodato con applicazione della franchigia (quindi selezionando la spunta Franchigia) l'esenzione vale fino ad un valore della rendita pari a Euro 500,00. Oltre i 500 Euro si applica l'aliquota ordinaria. In tal caso il calcolo determina l'IMU sulla rendita eccedente il valore di 500 Euro come seconda abitazione (fino a 500 Euro è abitazione principale esente IMU) e la TASI sulla rendita fino a 500 Euro con aliquota dell'abitazione principale e per la parte eccedente con aliquota TASI deliberata per gli altri immobili. Con questo comodato, se la rendita complessiva è superiore a 500 Euro e le aliquote TASI sono maggiori di zero, si avranno 1 codice tributo IMU (3918) e 2 codici tributo TASI (3958 e 3961). Se una delle 2 aliquote TASI è azzerata ci sarà un solo codice tributo TASI;
  • comodato non assimilato, se previsto dal Comune: in generale prevede una aliquota IMU agevolata rispetto all'aliquota ordinaria.
E' stato rivisto il Report sia nella struttura che nelle informazioni riferite a ciascun immobile. Inoltre in corrispondenza della selezione della prima rata, dopo i tasti di stampa F24 c'è un tasto "Stampa scadenze" che genera una versione differente del report con informazioni su Acconto e Saldo

 

Gestione di acconti e saldi separati nella stampa F24: nella selezione della rateazione, oltre a "1ª rata acconto", "2ª rata saldo" e "intera imposta", è stata inserita una quarta modalità ("acconti e saldi separati" che permette di gestire la stampa di acconti e saldi per ciascuna imposta in modo da poter, ad esempio, stampare nello stesso F24 il saldo IMU e acconto e saldo TASI. Apparentemente è poco importante ma, insieme alla possibilità di selezionare la stampa del singolo codice tributo (Stampa selettiva) e del ravvedimento sul singolo codice tributo (Ravvedimento selettivo) permette di gestire situazioni complesse in caso di anomalie o errori nei versamenti, soprattutto dopo le diverse scadenze.

 

Per la TASI, nel caso di abitazione locata, l'imposta è dovuta dall'inquilino solo se il periodo di locazione è di superiore a 6 mesi. Per periodi inferiori è dovuta per intero dal proprietario. Quindi si può presentare facilmente il caso in cui un immobile è locato ad esempio per 4 mesi con un inquilino e per otto mesi con un inquilino diverso (o altre combinazioni ad esempio per immobili in zone turistiche). In questo caso il proprietario deve versare la TASI intera (100%) per 4 mesi e pro quota (dal 70 al 90%) per gli altri 8 mesi, per lo stesso immobile. Per gestire questi casi e mantenere pari ad 1 il numero di immobili da riportare sul Modello F24, abbiamo introdotto un campo "Mesi di locazione al 100%" [N.d.r. in seguito è diventato "Mesi locazioni durata minore/uguale a 6"]. Dopo aver selezionato "Proprietario con inquilino" si deve inserire il numero di mesi per i quali è dovuto il pagamento al 100% (4 mesi nel nostro esempio). Poi il calcolo calcolerà al 100% per 4 mesi e al 70 o 90% per gli altri 8 mesi.

 

Abbiamo modificato le diciture della parte TASI: "Proprietario e utilizzatore" è diventato " Proprietario (NO locazioni/comodati) " e "Proprietario NON utilizzatore" è diventato "Proprietario con locazioni/comodati "

In pratica, nel caso di abitazione posseduta da A e B con A residente e B non residente (es. fratelli proprietari al 50%), la dicitura "Proprietario NON utilizzatore" poteva far pensare che B dovesse ripartire con A la TASI per la propria quota come se A fosse un inquilino. Invece A paga per intero per la propria quota di possesso con aliquota abitazione principale e B paga per intero per la propria quota come altra abitazione.

La ripartizione si applica solo se l'occupante non è titolare di alcun diritto reale sull'immobile.

 

Abbiamo risolto alcuni problemi che si verificavano con Internet Explorer nelle diverse versioni, e alcune anomalie nel caricamento dei file immobili.

 

In realtà ci sono numerose altre caratteristiche legate alla gestione della TASI che però sono apprezzabili solo in presenza di personalizzazione delle aliquote come ad esempio l'applicazione automatica della detrazione variabile in base alla rendita catastale, l'applicazione di aliquote differenti in base alla rendita catastale, l'applicazione della detrazione in base alla rendita catastale e in base all'ISEE del contribuente e tante altre particolarità deliberate dai Comuni.

 

E' attiva la Dichiarazione IMU per il 2014

 

Per qualunque segnalazione potete contattarci attraverso la pagina contatti.

 

 

11/08/2014 - Aggiornamento dei Calcoli

  • risolto un problema di gestione delle date che creava problemi con il ravvedimento per browser in versioni precedenti.
  • rivista la gestione degli immobili "Bene merce". Ora per questi è presente una apposita voce nel menù delle tipologie di immobili. Dopo la selezione della categoria è possibile selezionare la categoria catastale per associare correttamente i moltiplicatori.

 

09/08/2014 - Aggiornamento dei Calcoli

  • calcolo IMU terreni agricoli con requisito previdenza agricola: il calcolo tiene conto delle quote di utilizzo del terreno in caso di più proprietari aventi lo stesso requisito; il calcolo considera le indicazioni previste dalla norma, i chiarimenti presenti nella Circolare 3/DF e la giurisprudenza sull'argomento. Abbiamo riscontrato che il calcolo potrebbe fornire risultati differenti da quelli ottenuti utilizzando altri applicativi.

09/08/2014 - Aggiornamento dei Calcoli

  • gestione delle scadenze per Comune: è possibile modificare la data di scadenza di acconto e saldo secondo deliberazioni locali per calcolare correttamente il ravvedimento;
  • gestione degli importi minimi annui d'imposta: per importi d'imposta inferiori o uguali all'importo previsto dal regolamento, il versamento non è dovuto. E' possibile modificare il valore di tale importo (in corrispondenza della modifica delle scadenze);
  • stampa selettiva: nella tabella dei codici tributi cliccando sulle icone IMU o TASI è possibile disattivare/attivare la stampa di ogni specifico codice tributo ();
  • ravvedimento selettivo: come per la stampa, dopo aver selezionato il ravvedimento è possibile selezionare su quale specifico codice tributo applicare il ravvedimento();
  • importazione di file immobili .amn relativi al 2012;
  • ottimizzazioni varie.

 

16/06/2014 - E' attivo il ravvedimento operoso per i versamenti dal 17/06. Per il ravvedimento cliccare sulla casella "Applica ravvedimento operoso" e selezionare/inserire il giorno del versamento.

Risolti alcuni problemi di importazione file.
In caso di problemi nell'importazione inviare il file all'indirizzo info@artemedia.it

---------------------------------------

Sono stati inseriti i Comuni di nuova costituzione.

Il caricamento file immobili è attivo. Il salvataggio file immobili è attivo.

E' necessario modificare almeno un immobile per gli immobili caricati per poter stampare il Modello F24.

In ogni caso al momento è opportuno verificare le aliquote e applicare le modifiche (anche se non ci sono modifiche)

La Stampa del Modello F24 è attiva. - La Stampa del Report è attiva, il report sarà in seguito rivisto.

Il Calcolo TASI è attivo

La parte informativa sarà aggiornata nei prossimi giorni.

CAMBIATE LE ALIQUOTE SUGGERITE CON QUELLE DELIBERATE DAL COMUNE - CONSULTATE LA DELIBERA.

 

Calcolo IMU-TASI Calcolo IMU•TASI

Considerato che IMU e TASI hanno molti elementi in comune, a partire dalla determinazione della base imponibile, e viste le complicazioni di gestire separatamente ma parallelamente le due imposte, abbiamo unito i due calcoli elaborando il Calcolo IMU•TASI, in modo che con un unico inserimento degli immobili, e inserendo le dovute informazioni, si abbiano entrambe le imposte, con un unico F24.

Stiamo perfezionando il calcolo, l'interfaccia e le procedure di importazione e salvataggio file. E stiamo integrando, per i Comuni che stanno aderendo al servizio, le diverse casistiche in modo da semplificare il calcolo dell'imposta, avendo già aliquote e detrazioni/riduzioni automaticamente calcolate e applicate.

Ringraziamo sin d'ora coloro i quali vorranno segnalarci anomalie di qualunque tipo o segnalarci casistiche non previste.

A seguire pubblicheremo il Calcolo TARI.

Per quanto riguarda le aliquote, per evitare problemi, probabilmente ripristineremo le aliquote base, esclusi ovviamente i Comuni che utilizzano il nostro servizio.

 

amministrazionicomunali.it
amministrazionicomunali.it è una iniziativa di www.artemedia.it

© Copyright MMXVI - P.IVA 05400000724

css - html5 - Time 0.0108
INIZIO
PAGINA