Calcolo Ravvedimento operoso IMU/TARES e Stampa F24
Modello F24 compilabile online
Calcolo TARES
XML AVCP
Calcolo IMU 2013 Dichiarazione IMU 2012-2013 Servizi per i Comuni - Calcolo IMU - Dichiarazione IMU - Rendicontazione F24 - Addizionale Comunale IRPEF
Calcolo IMU 2013 con compilazione e stampa Modello F24

Abitazione principale

Nel 2012 è stata reintrodotta l’imposta sull’abitazione principale con qualche modifica sostanziale.

I calcoli devono tener conto di una maggiorazione del 5% della rendita catastale (come da L. 662/1996), di un valore catastale maggiorato del 60% (Dl 201/2011) e dell’aliquota prevista dal proprio comune che potrà oscillare tra lo 0,2% e lo 0,6% (a discrezione dei singoli comuni). Una volta ottenuto il calcolo dovranno essere considerate le varie detrazioni possibili, quindi:

  • Detrazione fissa di € 200,00;
  • Detrazione di € 50,00 per figlio (fino ad un tetto massimo di detrazioni di € 400,00) residente nella stessa abitazione di età non superiore a 26.

Per poter godere dell’aliquota ridotta e delle detrazioni è indispensabile che il contribuente e il suo nucleo familiare abbiano:

  1. Dimora abituale e residenza anagrafica presso l’abitazione principale
  2. Deve trattarsi di un’unica unità catastale, infatti in presenza di due o più unità (più di un subalterno) se pur attigue la principale può essere solo una.
  3. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.
E' considerata direttamente adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

L'aliquota ridotta per l'abitazione principale e per le relative pertinenze e la detrazione si applicano (per legge - art. 13 comma 10 L. 214/2011) anche al coniuge assegnatario della casa coniugale, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, cui spetta l'obbligo del pagamento, a prescindere dall'effettivo possesso dell'immobile, per tutta la durata dell'assegnazione (che si intende in ogni caso effettuata a titolo di diritto di abitazione).

 

Pertinenze: Potrà essere tassata con le stesse aliquote dell’abitazione principale solo una pertinenza per categoria. Quindi una per ogni eventuale categoria catastale quali magazzini, box, tettoie etc…. (ad esempio se come pertinenze si hanno n. 2 box, si potrà beneficiare dell’aliquota di abitazione principale solo per uno dei due. Per il secondo si dovrà effettuare il calcolo relativo alle aliquote previste per gli immobili diversi dalle case).

Fabbricati rurali: Le unità abitative rurali , se abitazioni principali, saranno tassate nello stesso modo. E’ importante segnalare anche il fatto che tutti i fabbricati rurali ancora mappati al catasto terreni dovranno essere iscritti al catasto fabbricati entro e non oltre il 30 Novembre 2012.

Vengono inoltre limitati i casi di unità “assimilate” all’abitazione principale, quelle per esempio concesse in uso gratuito ai parenti, se prima potevano essere equiparate nel calcolo dell’aliquota all’abitazione principale, con l’Imu dovranno essere considerate come seconde case, salvo che il Comune deliberi aliquote agevolate per tali fattispecie.