Calcolo Ravvedimento operoso IMU/TARES e Stampa F24
Modello F24 compilabile online
Calcolo TARES
XML AVCP
Calcolo IMU 2013 Dichiarazione IMU 2012-2013 Servizi per i Comuni - Calcolo IMU - Dichiarazione IMU - Rendicontazione F24 - Addizionale Comunale IRPEF
Calcolo IMU 2013 con compilazione e stampa Modello F24

IMMOBILI DIVERSI

L’Imu si calcola con un’aliquota ordinaria dello 0,76% che potrà subire variazioni di 0,3 punti in più o in meno a discrezione del comune (oscillando quindi tra lo 0,46 e l’1,06).


2013

Dal 2013 è stata eliminata la riserva statale e quindi l'imposta è tutta destinata ai Comuni con eccezione degli immobili appartenenti al Gruppo D dove l'imposta è invece riservata per intero allo Stato con aliquota stabilita al 7,6 per mille.

Comunque su questa tipologia di immobili (esclusi i Fabbricati Rurali strumentali), i Comuni possono solo aumentare l'aliquota riservando a sè la maggior imposta fino ad un massimo del 3 per mille (per un totale imposta di massimo 10,6 per mille).

Per i fabbricati rurali strumentali appartenenti al Gruppo D l’aliquota è stabilita al 2 per mille destinata solo allo Stato.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

2012

Per i fabbricati rurali strumentali l’aliquota è pari al 0,2% riducibile fino allo 0,1 dai singoli comuni.

Nel caso in cui i comuni non abbiano deciso, si applica quella ordinaria pari allo 0,76 e allo 0,2 nel caso di fabbricati rurali ad uso strumentale. Anche in questo caso devono essere iscritti nel catasto dei fabbricati se non lo sono già entro il 30 Novembre 2012.

 

CAT. CATASTALE

TIPOLOGIA

CRITERI DI CALCOLO IMU

Destinatari 2012

Destinatari 2013

A/1, A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7, A/8, A/9, A/11

Abitazioni di vario genere

RC*1,05*160/100*aliquota

Comune

Comune

A/10

Uffici

RC*1,05*80/100*aliquota

Comune/Stato

Comune

da B/1 a B/8

Collegi, scuole, caserme, ospedali pubblici, progioni

RC*1,05*140/100*aliquota

Comune/Stato

Comune

C/1

Negozi

RC*1,05*55/100*aliquota

Comune/Stato

Comune

C/2, C/6, C/7

Box auto e garage, magazzini, tettoie non pertinenziali ad abitazioni principali

RC*1,05*160/100*aliquota

Comune/Stato

Comune

C/3, C/4, C/5

Laboratori artigiani, palestre e stabilimenti balneari e termali senza fini di lucro

RC*1,05*140/100*aliquota

Comune/Stato

Comune

D/1, D/2, D/3, D/4, D/6, D/7, D/8, D/9, D/10

Capannoni industriali, fabbriche, centri commerciali, alberghi, teatri, cinema, ospedali privati, palestre e stabilimenti balneari e termali con fini di lucro, compresi i fabbricati rurali strumentali(*)

Dal 2013:
RC*1,05*65/100*aliquota Anno 2012:
RC*1,05*60/100*aliquota

Comune/Stato (Fabbricati rurali solo Comune)

Stato (+Comune)

D/5

Istituti di credito, cambio e assicurazioni

RC*1,05*80/100*aliquota

Comune/Stato

Stato

 

Terreni agricoli

RD*1,25*135/100*aliquota

Comune/Stato

 

Terreni agricoli condotti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

RD*1,25*110/100*aliquota (**)

Comune/Stato

Comune

 

Aree fabbricabili (in questa tipologia rientrano anche i fabbricati collabenti (Cat F2). Vedi Sentenza Corte di Cassazione n. 5166/2013

Valore di mercato al 1° di gennaio di ogni anno/100*aliquota

Comune/Stato

Comune

 

RC = Rendita catastale
RD = Reddito domenicale (solo per i terreni)


(*) Entro il 30 Novembre 2012 dovranno essere iscritti al catasto fabbricati, se ancora non lo fossero


(**) 110 per imprenditori agricoli professionali e coltivatori diretti
In questo caso è anche prevista l'agevolazione sull'imposta secondo i seguenti scaglioni:
nessuna imposta fino a € 6.000;
riduzione del 70% dell’imposta per valori oltre € 6.000 fino a € 15.500;
riduzione del 50% dell’imposta per valori oltre € 15.500 fino a € 25.500;
riduzione del 25% dell’imposta per valori oltre € 25.500 fino a € 32.000.