Di prossima pubblicazione
Calcolo IMU 2014 Calcolo TASI Calcolo TARI
Servizi ai Comuni Modelli F24 compilabili online Dichiarazione IMU 2014

CASE IN AFFITTO

Per l’IMU sulle case affittate si pagherà un’aliquota ordinaria dello 0,76% che potrà subire variazioni pari a 0,3 punti in più o in meno a discrezione dei singoli comuni (potrà quindi oscillare tra lo 0,46% e l'1,06%).

L’Imu prevede inoltre che sui proventi dell’affitto dovranno essere versate le imposte in base all’Irpef ad aliquota marginale (dal 23% al 43%) o per chi la sceglie a ”Cedolare secca” (con aliquota al 21% o al 19% che assorbe le addizionali Irpef, l’imposta di registro e di bollo).


Come viene calcolata:

  1. Individuare la rendita Catastale
  2. Rivalutare la rendita del 5%
  3. Calcolare il valore catastale aumentato del 60%
  4. Calcolare l’imposta lorda (con aliquota prevista dal comune).

 

CASE RURALI

Nel caso in cui le abitazioni rurali al 18 Giugno 2012 siano ancora mappate al Catasto terreni e quindi non avendo una propria rendita catastale, il versamento dell'imposta dovrà essere effettuato in unica soluzione entro il 17 dicembre dopo che si sarà adempiuto al prescritto accatastamento dei fabbricati entro il 30 novembre.

Importante: Entro il 30 Novembre 2012 tutti i fabbricati rurali al catasto terreni dovranno essere accatastati.

Se invece l’immobile possiede una rendita catastale, l'imposta deve essere calcolata a seconda del reale uso a cui è destinato (abitazione principale; seconde case o case affittate).