Calcolo Ravvedimento operoso IMU/TARES e Stampa F24
Modello F24 compilabile online
Calcolo TARES
XML AVCP
Calcolo IMU 2013 Dichiarazione IMU 2012-2013 Servizi per i Comuni - Calcolo IMU - Dichiarazione IMU - Rendicontazione F24 - Addizionale Comunale IRPEF
Calcolo IMU 2013 con compilazione e stampa Modello F24

08-03/2014 - XML AVCP

Amministrazione trasparente - Adempimenti Art. 1, Comma 32 della Legge 190/2012

E' disponibile una applicazione web per la generazione del dataset xml da pubblicare sui siti delle pubbliche amministrazioni come richiesto dall'AVCP ai sensi dell'art 1 comma 32 Legge n.190/2012 per la pubblicazione dei dati relativi alle procedure per la scelta del contraente per l’affidamento di lavori, forniture e servizi.

Per approfondimenti si rimanda alla pagina dedicata

E' inoltre disponibile il Validatore file XML per dataset XML AVCP

 

25-26/01/2014 - aggiornamenti vari

Calcolo Mini IMU: considerato il probabile numero di versamenti errati generati dal caos sulla Mini IMU, è presente il versamento/ravvedimento su parziale versamento precedente.

Il Report relativo riporta in caso di parziale/errato versamento il versato Mini IMU. Per motivi di spazio e leggibilità, eventuali sanzioni e interessi sulla Mini IMU vengono riportate sul Report insieme a sanzioni e interessi seconda rata.

Abbiamo rivisto alcuni controlli sugli F24 compilabili, il più evidente è il controllo su importi a debito e a credito eventualmente presenti sulla stessa riga, con blocco della stampa del Modello F24.

Il ravvedimento IMU/TARES prevede anche l'elaborazione per la Mini IMU e, nel caso della TARES, scadenze 2014.

Sono presenti anche diverse altre modifiche minori.

Per il 2013 dovrebbe essere l'ultimo aggiornamento, salvo miglioramenti vari.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

15/01/2014 - aggiornamento

19:00 - Visto il numero di segnalazioni di apparenti errori sulla ripartizione delle detrazione, dovuti invece alla mancanza di inserimento degli altri proprietari residenti, abbiamo introdotto una finestrella per l'inserimento del numero di altri proprietari residenti. La troverete modificando i dati sulla percentuale di possesso.

Vale una volta per ogni nuova selezione dell'abitazione principale.

Sono presenti anche altre modifiche minori.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

13/01/2014 - Riavvio server

E' previsto un riavvio del server in mattinata quindi il sito per alcuni minuti non sarà raggiungibile

Update: riavvio concluso

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

10/01/2014 - Aggiornamento Mini IMU

Abbiamo inserito la modifica dell'aliquota base di riferimento per le Cooperative Edilizie assimilate ad abitazione principale quando diversa dal 7,6 per mille.

Per alcuni minuti c'è stato qualche problema.

Dovete aggiornare la pagina del calcolo.

Abbiamo aggiornato le FAQ Mini IMU.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

07/01/2014 - Stampa F24 Mini IMU

E' possibile effettuare il ravvedimento operoso contestualmente alla Mini IMU.
Risolti alcuni problemi della versione del 6 gennaio.

 

Si consiglia di aspettare ad effettuare il versamento in attesa di eventuali variazioni normative in merito alla Mini IMU.

 

Aggiornato il Ravvedimento IMU/TARES con tasso interesse 1% per il 2014 (Art. 1, Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 12 Dicembre 2013).

 

06/01/2014 - Stampa F24 Mini IMU

Abbiamo pubblicato l'aggiornamento del Calcolo IMU che permette la stampa del Modello F24 per la Mini IMU in scadenza il 24 Gennaio 2014.

In presenza di altri immobili con rendite molto basse e' necessario verificare se l'IMU dovuta su tutti gli immobili, compresa la Mini IMU, sia inferiore o meno all'imposta minima annuale per cui e' dovuto il pagamento, stabilita dal comune nel Regolamento comunale.

Esempio: possedete solo l'abitazione principale con le pertinenze, più un altro piccolo box. Se il minimo annuo nel vostro Comune è di 10 Euro, per questo box potreste non aver pagato in quanto l'imposta è risultata minore dell'imposta minima annua (per esempio 7 Euro).

Ora se calcolate la mini IMU solo sull'abitazione principale, potreste avere un importo di Mini IMU molto piccolo (ad esempio 6 Euro) e si potrebbe pensare che non è dovuto in quanto inferiore a 10 Euro.

Invece l'imposta da considerare è pari a 13 Euro (uguale a 7 Euro per il box + 6 Euro per la Mini IMU) e quindi risulta necessario effettuare il versamento di Euro 13,00.

Quindi per verificare se la Mini IMU è dovuta e in che misura è necessario inserire anche altri immobili se presenti.

Nel caso di ravvedimento operoso è stato introdotto il Tasso di interesse legale all' 1% come da riduzione prevista dall'art. 1, del decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 12 Dicembre 2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 292 il 13 Dicembre.

Per cui il calcolo degli interessi legali per il ravvedimento prevede due diverse quantificazioni: al 2,5% per il 2013 e all'1% per il 2014.

Seguiranno aggiornamenti.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

 

27/12/2013 - Aggiornamento Calcolo IMU

E' disponibile una nuova versione del Calcolo TARES. In questa versione è possibile effettuare il calcolo dell'imposta inserendo contemporaneamente più utenze di diverso tipo (utenze domestiche, non domestiche e abitazioni a disposizione), attraverso un'unica interfaccia. E' inoltre disponibile la stampa del Report per il Calcolo TARES.

Abbiamo reso modificabile la percentuale dell'Addizionale provinciale.

E' disponibile un modulo per il calcolo della sola Maggiorazione TARES da versare allo Stato con stampa del Modello F24

Per quanto riguarda gli altri moduli è stato esteso il ravvedimento al 2014.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

Ancora Auguri di Buone Feste

 

17/12/2013 - Aggiornamento Calcolo IMU

E' attivo il ravvedimento sul saldo con integrazione di un parziale versamento.

Il Report riporta sanzione e interessi su saldo e acconto.

E' cambiato il link per la consultazione delle visure sull'Agenzia del Territorio.
Ora il servizio è disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate a questo indirizzo. Prima o poi cambieremo l'icona del link.

Sembra che la scadenza del 16 Gennaio 2014 per la Mini IMU sia stata spostata al 24 Gennaio.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

Abbiamo elaborato il logo in versione natalizia, :-)

Auguri di Buone Feste

 

 

11/12/2013 - Aggiornamento Calcolo IMU

E' stata rivista la gestione dei terreni agricoli eliminando alcuni problemi di visualizzazione dei dati.

Sono stati rivisti i css per problemi di visualizzazione con Internet Explorere in modalita Visualizzazione compatibilità.

A breve seguirà aggiornamento del Report per visualizzazione dati.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

08/12/2013 - Aggiornamento Calcolo IMU

E' stata estesa la determinazione del 40% di maggiorazione imposta (Mini IMU) anche alle Cooperative edilizie ed ai Terreni agricoli di proprietà e condotti da coltivatori diretti o operatori agricoli iscritti alla previdenza agricola.

Nel calcolo si considera aliquota base per le Cooperative Edilizie l'aliquota del 7,6 per mille.

Sono state eliminate alcune anomalie nella visualizzazione dei dati ed è stata introdotta l'esenzione sul singolo terreno per comuni montani parzialmente delimitati.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

04/12/2013 - Aggiornamento Saldo IMU - DL 133/2013

Il Calcolo IMU è stato aggiornato alle novità previste dal Decreto Legge (DL 30 Novembre 2013, n. 133) che conferma la cancellazione della seconda rata IMU per le seguenti categorie di immobili:

  • abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di un'unità per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6, C/7), esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
  • unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli IACP o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP;
  • i terreni agricoli, nonché quelli non coltivati, di cui all’articolo 13, comma 5, del decreto-legge n. 201 del 2011, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza
    agricola;
  • i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 13, comma 8, del decreto-legge n. 201 del 2011.

Per i "Terreni agricoli" è dovuta la seconda rata IMU mentre è confermata la cancellazione per i "Terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza".

Inoltre, per problemi di copertura finanziaria per quanto riguarda l'IMU sull'abitazione principale (di cui è stata confermata la cancellazione) è previsto che il contribuente versi il 40% della differenza fra aliquota base e aliquota deliberata, nel caso in cui quest'ultima sia maggiore del 4 per mille.

Per questa quota è prevista una scadenza al 16 gennaio 2014 con il calcolo della quota ma al momento la stampa del relativo Modello F24 non è attivo. Attendiamo qualche giorno in quanto in questi giorni si sente parlare di possibili soluzioni a questo "imprevisto".

Seguirà un aggiornamento che estende il calcolo di questa quota anche altre tipologie di immobili interessate

In seguito a problemi con il sito del MEF che non restituiva la pagina corretta in corrispondenza del codice catastale e in seguito al fatto che valgono le aliquote pubblicate dai comuni entro il 9 dicembre sui siti comunali (e non più sul MEF), abbiamo rimosso il link al MEF dove poter consultare le aliquote del comune selezionato. Quindi è obbligatorio consultare il sito del Comune di interesse e controllare le aliquote.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

16/11/2013 - Beni Merce in Calcolo IMU - Agg. Calcolo TARES

Nel Calcolo IMU è stata inserita la gestione dei cosidetti 'Beni merce'. Questi sono immobili realizzati da Imprese Edili, destinati alla vendita e rimasti invenduti. Per questi immobili la seconda rata IMU è stata cancellata.

Questa opzione è disponibile solo per gli immobili nelle categorie catastali dalla A alla D con aliquota ordinaria ed è da utilizzare solo per questa tipologia specifica di immobili.

Nel Calcolo TARES è stata introdotta l'opzione "Solo tariffa fissa". Ci segnalano infatti che per le pertinenze alcuni Comuni hanno deliberato l'applicazione della sola tariffa fissa, in base al numero dei componenti. Solo in questi casi bisogna spuntare la casella per rimuovere l'obbligo della tariffa variabile.

 

12/11/2013 - Aggiornamenti vari

Con il ravvedimento IMU/TARES, conoscendo gli importi da versare e i codici tributo, è possibile elaborare il Modello F24 anche solo per il saldo IMU (selezionando 2ª rata/Saldo), senza quindi dover effettuare il calcolo.

Sono stati rivisti i modelli F24 online con alcuni miglioramenti nella generazione dei pdf.

04/11/2013 - Calcolo TARES + Aggiornamento Calcolo IMU

Pubblicato il Calcolo TARES anche se la TARES sarà sostituita dalla TARI dal 2014.

In questa versione è necessario inserire le tariffe che potete trovare sulla Delibera del Comune.

Aggiornato il Calcolo IMU con miglioramenti nella gestione dei ravvedimenti: in caso di saldo con acconto parziale, applicando il ravvedimento oltre al calcolo delle differenze, saranno calcolate sanzioni e interessi sulla parte di acconto non versato.

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

29/10/2013 - E' ATTIVO IL CALCOLO E LA STAMPA DEL SALDO DI DICEMBRE

E' attivo il calcolo e la stampa della rata a saldo (Dicembre).

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

Il 24 ottobre 2013 il Senato ha approvato in via definitiva il D.L. n. 102 del 31 Agosto 2013 che stabilisce la cancellazione della prima rata IMU per abitazione principale, IACP, terreni agricoli e fabbricati rurali strumentali.

Rimaniamo però in attesa di conferma della cancellazione effettiva della seconda rata che al momento rimane ancora solo annunciata.

In fase di conversione del Decreto è stata data facoltà ai Comuni di equiparare le abitazioni concesse in comodato ai parenti di primo grado alle abitazioni principali (per una sola abitazione).

Inoltre i Comuni hanno tempo fino al 9 dicembre per pubblicare sul sito la delibera delle aliquote IMU.

 

07/10/2013 - Modello F24 Accise compilabile online

Ai modelli F24 ordinario e semplificato compilabili è stato aggiunto il Modello F24 Accise

 

30/09/2013 - Calcolo Ravvedimento operoso IMU/TARES 2013 con Compilazione Modello F24

E' online il Modulo il Calcolo del Ravvedimento operoso IMU/TARES su importi dovuti già noti.

Per esempio se sai di aver sbagliato versamento e devi versare ancora 50 euro su una seconda abitazione, devi inserire solo l'importo di 50 euro per il Codice tributo corrispondente (in questo caso il 3918). Il sistema calcola automaticamente sanzione e interessi. Se non conosci gli importi puoi invece usare il Calcolo IMU

Per i codici tributo che non interessano, gli importi devono essere lasciati vuoti e non verranno stampati sul modello F24.

Abbiamo inserito anche il Ravvedimento operoso sulla TARES in caso di ritardo nel versamento di questa imposta.

E' necessario inserire l'importo comunicato dal Comune in corrispondenza del codice tributo e la data di scadenza della rata e otterrai l'importo da versare comprensivo di sanzioni e interessi. Come per l'IMU le sanzioni e gli interessi vengono versati insieme all'imposta con lo stesso codice tributo. La data di scadenza è obbligatoria per attivare il ravvedimento operoso.

Per la TARES devi indicare anche il numero di rata e il numero totale della rate.

I codici tributo stabiliti con la Risoluzione n. 37/E/2013 per le sanzioni e gli interessi (Codici 3945, 3946, 3951, 3952, 3956, 3957) sono da utilizzarsi solo per versamenti conseguenti a controlli da parte degli enti preposti.

Il Codice Tributo 3955 è da utilizzare per la Maggiorazione di 30 centesimi al metro quadro da versare allo Stato a Dicembre con codice rateazione 0101.

NOTA BENE La TARES è una nuova imposta ed è soggetta a possibili variazioni quindi controlla il regolamento comunale relativo alla TARES per evitare problemi.

 

Aggiornamento ai Modelli F24 compilabili online

Abbiamo rivisto i controlli sui codici fiscali inserendo la gestione dei codici fiscali omocodici per la lettura di luogo e data di nascita (anche sul Calcolo IMU) + altri piccoli controlli e accorgimenti.

Modello F24 compilabile on line

Modello F24 semplificato compilabile online

 

Per qualunque problema o anomalia potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

20/09/2013 - Modello F24 compilabile online

E' online il Modulo per la compilazione online del Modello F24 e Modello F24 semplificato, con relativi calcoli e stampa pdf.

In questi modelli tutti i campi sono editabili eccetto i campi firma e i campi dei totali che sono calcolati automaticamente.

 

09/09/2013

Aggiornamento del Calcolo IMU: in seguito al Decreto Legge N.102 del 31/08/2013 che cancella la prima rata IMU è stata eliminata la scadenza provvisoria di settembre. Gli immobili rimangono tutti gestibili ma, ai fini dell'importo rata, vengono considerati solo quelli per i quali l'imposta è dovuta.

Si prega di comunicarci eventuali errori o anomalie

Il saldo rimane ancora disabilitato in attesa della conversione in Legge del Decreto e di informazioni certe sull'annunciata cancellazione della seconda rata con scadenza Dicembre.

Sono state modificate le icone del Calcolo IMU e della Dichiarazione IMU.

Seguiranno aggiornamenti.

 

06/07/2013

Nella sezione "dati anagrafici" del Calcolo IMU 2013 sono stati inseriti i campi ABI e CAB della Banca presso cui viene effettuato il versamento

 

01/07/2013

Aggiornamento del Modello F24 ed F24 semplificato introdotto con Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 19 Giugno 2013 N. 75075: "Approvazione delle modifiche ai modelli di versamento "F24", "F24 Accise e "F24 Semplificato", per l'esecuzione dei versamenti unitari di cui all'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni - Approvazione delle modifiche al modello di quietanza dei versamenti eseguiti con modalità telematiche
mediante modello F24.

Il Nuovo Modello prevede un campo "IDENTIFICATIVO OPERAZIONE" da compilare dietro indicazione del Comune per correlare il versamento alle posizioni debitorie.

Dal provvedimento - Motivazioni: " ... In particolare, nei modelli "F24", "F24 Accise" e "F24 Semplificato" è introdotto il campo "IDENTIFICATIVO OPERAZIONE" e nel modello di quietanza è inserito il campo "IDENTIFICATIVO OPERAZIONE TRIBUTI LOCALI" in cui i contribuenti, ove richiesto dal Comune, indicano il codice identificativo dell'operazione cui si riferisce il versamento, comunicato dallo stesso Comune. Al fine di consentire la semplificazione degli adempimenti da parte dei soggetti interessati come previsto dall'articolo 14 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 e successive modificazioni, tenuto conto delle esigenze manifestate dai Comuni, le suddette modifiche rispondono anche all'esigenza di correlare i pagamenti dei tributi alle posizioni debitorie dei contribuenti."

 

17/06/2013

Scade oggi il versamento della rata di acconto.

E' disponibile il ravvedimento operoso per chi non dovesse riuscire a pagare entro oggi.

Per abilitare il ravvedimento operoso è necessario spuntare la casella e inserire/selezionare il giorno in cui si vuole effettuare il pagamento.

 

10/06/2013

Il calcolo prevede anche il versamento in unica soluzione (acconto e saldo).

E' stato aggiornato il ravvedimento sul 2012 in base alle disposizioni previste dalla CIRCOLARE N. 1/DF del 29 aprile 2013 rilasciata da Ministero delle Finanze (vedi in particolare sezione IMU pagina 6 e 7).

Per qualunque problema potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

08/06/2013

In seguito a numerose richieste, nella sezione relativa ai dati del Modello F24 sono stati inseriti i campi relativi alla struttura presso cui viene effettuato il pagamento (Banca, Posta, ecc)

Anche questi dati vengono memorizzati nel file immobili insieme all'IBAN se presente, in modo da non doverli ricaricare ogni volta.

Da alcuni giorni abbiamo ripristinato l'aggiornamento multiplo dell'imposta per immobili appartenenti alla stessa categoria e allo stesso comune in caso di modifica dell'aliquota per uno di questi. Per avere l'aggiornamento automatico su più immobili è necessario spuntare la casella che appare nel momento in cui cambiate l'aliquota.

Ovviamente fatelo con attenzione perchè se ci sono immobili ad aliquota agevolata, anche a questi verrà applicata la nuova aliquota e quindi dovete eventualmente modificare nuovamente l'immobile.

Per qualunque problema potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

30/05/2013

Pubblicata la versione finale per l'acconto. Sono stati rimossi alcuni problemi di visualizzazione dei dati nel Report e nella pagina di Calcolo. In caso di immobili sospesi il Report ne riporta il numero tra parentesi. Il 28 abbiamo ripristinato il salvataggio dei file.

Seguiranno comunque piccoli accorgimenti dove possibile.

Per qualunque problema potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

25/05/2013

Aggiornamento del Calcolo. E' possibile selezionare la scadenza di "Settembre" con i relativi importi in caso di immobili con sospensione del versamento a Giugno. Inserita informativa ai contribuenti.

23/05/2013

E' on line un aggiornamento del Calcolo IMU che introduce i nuovi codici tributo istituiti dall'Agenzia delle Entrate con la Risoluzione 33/E del 21/05/2013

In seguito a questo aggiornamento abbiamo disabilitato temporaneamente alcune funzioni che però non limitano il calcolo.

Per qualunque problema potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

 

21/05/2013

E' on line una revisione del Calcolo IMU. E' attiva la stampa del Modello F24.

Per l'abitazione principale è stata sdoppiata la categoria distinguendo le abitazioni di pregio (Cat. A/1, A/8 e A/9) per le quali è previsto il versamento da quelle (Cat. A2, A3, A4, A5, A6, A7) per cui l'imposta è sospesa

Il sistema crea una scadenza a settembre per gli immobili il cui versamento dell'imposta è stato sospeso a giugno.

In caso di più immobili della stessa categoria è possibile modificare l'aliquota con una unica operazione spuntando la casella di aggiornamento che apparirà automaticamente (vale solo per le categorie ad aliquota ordinaria).

Per qualunque problema potete contattarci attraverso l'apposita pagina.

20/05/2013

In seguito al Decreto Legge approvato il 17 maggio dal Consiglio dei Ministri, il Calcolo sarà aggiornato a breve con adeguamenti del caso.

29/04/2013 - IMU 2013 - Aggiornamento

Il Calcolo IMU è stato rivisto in parte ed è stata introdotta, in seguito ad una forte richiesta da parte di tanti utenti, la possibilità di inserire un riferimento informativo per distinguere i diversi immobili presenti in elenco. E' possibile inserire l'indirizzo oppure i riferimenti catastali (foglio, particella, subalterno, ecc..).

E' possibile utilizzare il tasto "invio" per i campi Codice catastale, rendita catastale, aliquota ecc...

A destra del campo aliquota sono presenti 2 link al sito del Ministero delle Finanze alle delibere 2013 e 2012 per il Comune selezionato. A questi link troverete le delibere del Comune ed il Regolamento Comunale se presenti per ciascun anno. In mancanza della delibera del 2013 valgono le aliquote del 2012 se presenti, altrimenti valgono le aliquote base.

Il Presidente del Consiglio Letta ha comunicato che l'IMU sull'abitazione principale è sospesa per la rata di Giugno in attesa di una revisione dell'imposta: "Bisogna superare l'attuale sistema di tassazione della prima casa, da subito con lo stop dei pagamenti di giugno".

Rimaniamo in attesa di sviluppi.

 

22/04/2013 - Calcolo IMU 2013 - VERSIONE PROVVISORIA

E' on line una prima versione del Calcolo IMU 2013

 

Facciamo presente che al momento il Calcolo è da ritenersi provvisorio in quanto in generale i Comuni hanno tempo fino al 9 Maggio, per deliberare o comunque inviare le delibere delle aliquote e pubblicarle quindi entro il 16 Maggio sul sito www.finanze.it.

Inoltre c'è la possibilità che il nuovo governo che dovesse insediarsi, possa decidere variazioni sull'IMU.

Al momento quindi il Calcolo ha un valore informativo, ed è disponibile solo la stampa del Report mentre la stampa di F24 e F24 semplificato è al momento disabilitata. Abbiamo in programma di inserire altre funzionalità che saranno introdotte in seguito.

Abbiamo anche apportato alcune modifiche alla Dichiarazione IMU migliorando la gestione dei contitolari e rimuovendo alcune imperfezioni.

Infine abbiamo rivisto l'interfaccia del sito, con un nuovo logo, nuove icone e altre piccole modifiche.

Il Calcolo IMU 2012 rimane disponibile a questo indirizzo

 

Calcolo IMU 2013 - caratteristiche e informazioni su questa prima versione:

  • sono presenti solo 2 rate, acconto e saldo con scadenze rispettivamente al 17 Giugno (il 16 cade di Domenica) e 16 Dicembre (Lunedì) per un importo per ciascuna rata pari al 50% dell'imposta totale;
  • al momento il Calcolo non prevede il pagamento in unica soluzione, in quanto in generale lo stato delle cose è tale che facilmente ci potranno essere variazioni delle aliquote entro novembre;
  • è probabile che il saldo possa essere calcolato con aliquote differenti rispetto all'acconto in quanto i Comuni hanno facoltà di modificare le aliquote a novembre (vedi news precedenti) e quindi a saldo potrebbe verificarsi il caso di dovere effettuare nuovamente il Calcolo con le eventuali nuove aliquote e calcolare la seconda rata con conguaglio sull'acconto (come è già successo nel 2012);
  • il coefficiente di moltiplicazione del Gruppo Catastale D (escluso il D5) passa da 60 a 65;
  • l'imposta sarà destinata interamente al Comune eccetto il Gruppo Catastale D; quindi non verranno più utilizzati i codici tributi relativi allo Stato 3915 e 3917 e ci sarà un solo codice tributo per ciascun immobile;
  • per il Gruppo Catastale D invece, l'imposta (calcolata con aliquota del 7,6 per mille) sarà interamente riservata allo Stato con Codice Tributo 3919;
  • poichè il Comune ha facoltà di aumentare l'aliquota sul Gruppo Catastale D (fino ad un massimo del 10,6 per mille), potranno presentarsi casi in cui ci saranno due Codici Tributo (3918 e 3919);
  • i Fabbricati Rurali strumentali appartenenti al Gruppo D avranno aliquota stabilita al 2 per mille con imposta riservata interamente allo Stato; non è stato chiaramente specificato quale Codice Tributo utilizzare, se il 3919 o un eventuale nuovo Codice Tributo, visto che il 3913 utilizzato nel 2012 è stato istituito specificamente per questa tipologia di immobili con destinatario il Comune; per i Fabbricati Rurali strumentali appartenenti al Gruppo D al momento sarà utilizzato il Codice Tributo 3919;
  • se non conoscete con certezza le aliquote o per verificare la correttezza delle aliquote da utilizzare, a destra del campo aliquota è stato inserito il link diretto alla sezione del sito del Ministero dove potete selezionare l'anno, cercare il Comune e verificare la presenza delle aliquote;
  • la consultazione del link sul Ministero è importante anche per leggere il Regolamento Comunale, dove, oltre ad altre informazioni, trovate, se non lo conoscete, l'importo minimo dell'imposta annua sotto il quale non è dovuto alcun versamento. In generale questo valore è di 12 euro ma ci sono Comuni che applicano un valore inferiore. Ad esempio se il totale imposta annua è 8 euro, non dovreste versare nulla (se l'importo minimo è 12 euro), ma se il Vs. Comune ha adottato un valore ad esempio di 5 euro dovete effettuare il versamento di 8 euro, di cui 4 euro in acconto e 4 euro a saldo;
  • per i Terreni Agricoli utilizzati da operatori professionali con iscrizione alla previdenza agricola, in caso di più terreni, la modifica di aliquota applicata ad uno di questi sarà automaticamente applicata anche agli altri terreni presenti nello stesso Comune (purchè ci sia il requisito indicato) applicando contestualmente il principio di proporzionalità se risultano presenti anche terreni appartenenti ad altri Comuni; questa funzionalità sarà particolarmente comoda in caso di importazione di file immobili precedentemente salvato;
  • nell'importazione di un file di immobili .amn verranno applicate le indicazioni precedenti, quindi ci sarà un solo codice tributo per ogni immobile salvo il Gruppo D dove potrebbero essercene due;
  • in caso di aliquota sul Gruppo D inferiore al 7,6 per mille (evidentemente applicata in base ad aliquote agevolate deliberate dai diversi Comuni) la stessa aliquota sarà automaticamente impostata al valore di 7,6 per mille con relativo aggiornamento dell'imposta con destinatario lo Stato; se invece l'aliquota risulta superiore questa sarà ripartita automaticamente tra Stato (7,6 per mille) e Comune (differenza rispetto al 7,6 per mille);
  • analogamente, nel caso dei Fabbricati rurali strumentali, le aliquote (se differenti dal 2 per mille) saranno impostate al 2 per mille con destinatario solo lo Stato (Codice Tributo 3919);
  • se nel file importato sono presenti calcoli su immobili con variazioni su periodi diversi, queste variazioni saranno eliminate e saranno applicati i valori presenti nel secondo periodo su un periodo di 12 mesi;
  • in generale l'applicazione di questi meccanismi determinerà quasi sicuramente delle differenza fra l'IMU calcolata nel 2012 e il calcolo risultante nel 2013;
  • saranno presenti ma disabilitati sia il ravvedimento che il saldo: il ravvedimento sarà attivo dopo la scadenza di Giugno mentre per il saldo ci sarà da aspettare orientativamente l'autunno (considerando che i Comuni hanno facoltà di modificare le aliquote entro il 9 novembre per poi pubblicarle entro il 16 novembre sul sito www.finanze.it);
  • per il momento sulla versione 2013 non sarà possibile salvare l'elenco degli immobili, fintanto che non perfezioniamo l'import ed aggiornamento automatico dei file per i Comuni che hanno deliberato aliquote aggiuntive; comunque è possibile importare file del Calcolo 2012 e verificare alcune significative differenze;
  • dopo l'importazione è importante modificare/rivedere i dati degli immobili in base alle informazioni relative al 2013 per avere il calcolo corretto;
  • se ci sono variazioni sugli immobili per cui bisogna spuntare le caselle "Immobili variati", queste dovranno essere spuntate singolarmente anche quando ci sono codici tributi associati (3918 e 3919) a differenza del 2012;
  • nel Report sono stati eliminati alcuni problemi di impaginazione nel caso di elenco di immobili particolarmente lungo.

Ribadiamo che al momento il Calcolo è da ritenersi provvisorio, sia per il limite temporale di pubblicazione delle delibere IMU da parte dei Comuni (16 Maggio) sia perchè nel frattempo sono possibili ulteriori novità in merito all'IMU;
c'è da evidenziare che per il Ministero il versamento è da ritenersi valido solo se effettuato con aliquote che siano state pubblicate sul sito www.finanze.it entro il 16 Maggio.

 

Dichiarazione IMU, modifiche:

  • è possibile rimuovere un contitolare utilizzando il link "rimuovi dati contitolare" a destra del Codice Fiscale; il contitolare viene rimosso anche cancellando il relativo Codice Fiscale;
  • rimuovendo un contitolare vengono automaticamente rimosse le contitolarità se presenti;

 

Come sempre, si prega di comunicarci eventuali errori o anomalie

Grazie

 

Lo staff di amministrazionicomunali.it

 

______________________________

Informazioni importanti: Il "Calcolo IMU" è un servizio gratuito fornito cosi com'è. L'utente, con l'utilizzo di "Calcolo IMU", solleva il sito amministrazionicomunali.it e il gestore, da ogni responsabilità, implicita ed esplicita, derivante dal suo utilizzo. L'utente è l'unico responsabile della correttezza dei calcoli e della compilazione del modello F24 ed è invitato a verificare sempre la correttezza dei calcoli prima di procedere con il pagamento. Il sito amministrazionicomunali.it o il gestore non sono in alcun caso responsabili di eventuali disagi, danni e/o perdite economiche causati dall'uso del calcolatore IMU.

INIZIO PAGINA